Michele Fioroni Tag

Si è svolto nella splendida cornice medievale di Perugia, il primo corso Pharmatools, organizzato da VMix (www.vmix.it), società di consulenza nata con lo scopo preciso di apportare innovazione, efficacia ed efficienza al mondo della farmacia in Italia. La programmazione didattica del corso è partita dal presupposto che l’evoluzione dello scenario competitivo in cui si trova oggi ad operare la farmacia, è stato oggetto di una serie di cambiamenti che hanno di fatto messo in discussione...

Nella prospettiva di difendere le rispettive quote di mercato all’interno di un quadro di consumo sempre più caratterizzato da una profonda crisi dei consumi, i distributori hanno deciso di enfatizzare la convenienza quale fattore caratterizzante il proprio posizionamento competitivo incentrando le loro politiche di marketing sul ricorso alla leva prezzo. In questo nuovo conteso di mercato i consumatori fanno sempre più fatica a riconoscere il livello di convenienza delle diverse insegne e continuano ad avere una...

La minore liquidità nelle famiglie ha di fatto portato a riscoprire un modo antico di fare la spesa con una maggiore propensione all’acquisto giornaliero e alle esigenze del momento rispetto alla grande spesa alimentare. La spesa giornaliera se accompagnata ad una pianificazione dei pasti più razionale, attraverso la quale il consumatore, rinunciando ad una piccola quota di tempo libero, riesce ad ottimizzare i costi legati all’alimentazione della famiglia, riducendo drasticamente gli sprechi. Il consumatore ha ormai da...

Nell’era post recessione, il profilo del consumatore medio si muove verso posizioni e approcci nuovi, identificando uno stile di consumo più frugale e parsimonioso. Se volessimo delineare le caratteristiche principali della nuova tendenza, non potremmo non citare la propensione al risparmio e un’accresciuta responsabilità sociale dello shopper in riferimento a una logica agli acquisti che eviti gli sprechi e che tenga conto del ridotto potere d’acquisto. Prudenza è la parola d'ordine per la gran parte delle famiglie...

Il commercio tradizionale si dimostra sempre più incapace di proporre, oltre che innovazione, un palinsesto in grado di assecondare le esigenze di varietà che, un consumatore, sempre più pressato dal vincolo di portafoglio, sembra domandare con maggiore intensità. La staticità delle proposte, rende di fatto difficilmente calendarizzabile una dinamica di eventi in grado di evitare che il consumatore tramuti il tutto in qualcosa di già visto, scontato e spesso noioso. Nell’epoca dell’incertezza sembra crescere, quasi...

Frutta e verdura, insieme al pane, rappresentano quelle categorie alimentari che si trovano con maggiore frequenza nelle tavole degli italiani, con una media di 5 pranzi e cene a settimana. Il consumo di ortofrutta fresca si associa ai trend di salute e benessere connessi a un’alimentazione equilibrata senza trascurare le esigenze legate all’ottimizzazione temporale nella preparazione dei pasti. Nonostante gli ingenti investimenti fatti nel settore, dal punto di vista strutturale, con reparti sempre più ambientati...

Ma chi l’ha detto che nei momenti di crisi non ci sono opportunità. Quando nel periodo dello scandalo della Mucca Pazza l’Uniione Europea bandì la “Fiorentina”, l’intero settore della produzione e commercio delle carni bovine si trovo a vivere una crisi a dir poco drammatica. E’ proprio in quel periodo che nasce il mito di Dario Cecchini, macellaio della Val di Chiana, che diventò famoso per una poesia che parlava della bistecca perduta e per essersi...

Nonostante la stasi dei prodotti di largo consumo è cresciuto il peso della marca commerciale, rispetto ai prodotti industriali, salendo al 15.6 di incidenza e raggiungendo un giro d’affari di 8.126 milioni di euro. La crescita della marca privata appare costante e supera il confine del ruolo che la lega alla generica necessità di risposta alla domanda di convenienza e si caratterizza per una crescente attenzione ai temi dell’innovazione e della sostenibilità. Gli analisti sono...

Il perchè del fallimento del modello dell’ipermercato richiede un ragionamento piuttosto complesso che coinvolge tanto la pianificazione istituzionale del commercio, quanto le dinamiche di consumo. Ma partiamo dal principio. Il modello dell’ipermercato trova la sua primogenitura in Francia dove, verso la fine degli anni 80 e i primi anni 90 troviamo l’apice del suo successo. In Italia, paese che raramente si è distinto per l’innovazione del retail, si decide d’importare tout cours quel modello senza...

Il Presidente Monti ha sollevato nel corso della conferenza di fine anno un tema a noi molto caro e su cui ci siamo spesso espressi pubblicamente, quello del rapporto tra società, economia e donne. L’accenno fatto dal professore, ultimo non per ordine d’importanza, si sofferma principalmente sulle implicazioni di natura macroeconomica legate all’occupazione femminile e su come, le pari opportunità, se adeguatamente adottate, possano influenzare il Pil di un punto percentuale. Tale ragionamento, nell’agenda di...